- iLogo – Agenzia di stampa - http://www.ilogo.it -

Teatro: il Bruscello di Montepulciano 2011 dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia

Si intitola “Zelindo il Garibaldino” il Bruscello di Montepulciano 2011, uno degli appuntamenti più importanti del teatro popolare italiano arrivato alla 72°edizione, organizzato dalla Compagnia Popolare del Bruscello,  che andrà poi in scena il 12, 13, 14 e 15 agosto in Piazza Grande con oltre 100 tra interpreti e figuranti. Lo spettacolo di quest’anno, con la consueta regia del direttore artistico Franco Romani, è dedicato alle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia e racconta la storia di  Zelindo il Garibaldino, un poliziano che prese parte alla spedizione dei Mille è ispiratore dei testi del nuovo libretto di Raffaele Giannetti, che nell’occasione, racconterà quali sono stati i legami tra un poliziano come Zelindo e il grande momento della rivoluzione garibaldina e risorgimentale. La storia si apre sull’Italia del Risorgimento. Siamo nel 1849, l’anno in cui Garibaldi giunse a Montepulciano. L’evento storico costituisce il naturale e veritiero passaggio alla vita della città anch’essa fortemente segnata dagli avvenimenti nazionali: giovani studenti morti in battaglia, animose passioni politiche, cospirazione e repressione; il tutto descritto attraverso le figure tipiche dell’epoca. Ma ora si decide il destino del giovane Zelindo Ascani, che assiste all’arrivo di Garibaldi e, fin da ora, prende la decisione di seguirlo nella spedizione dei Mille. Dopo questa epopea e la gloria delle battaglie e delle vittorie,  Zelindo torna a Montepulciano e si sposa con l’amata  Fiorinda con un matrimonio segreto. Ma la vita del soldato è dura: Zelindo è richiamato alle armi da Garibaldi e parte per il regolare servizio militare. Ancora battaglie e sangue per l’indipendenza nazionale fino al definitivo ritorno a casa tra intrecci sentimentali e politici e la morte del protagonista all’inizio del nuovo secolo. Uno spettacolo interamente realizzato dai bruscellanti della Compagnia Popolare del Bruscello, quel meraviglioso laboratorio che dal 1939 non si è mai fermato. Durante la serata sarà presentato anche l’immagine per il manifesto, un bel dipinto realizzato da Emanuela Rossi che nella Compagnia si occupa anche dei costumi. Al termine della serata brindisi nel foyer del teatro, per un buon Bruscello 2011. L’ingresso è gratuito. Per informazioni: Associazione Compagnia Popolare del Bruscello, tel. 0578.758529, www.bruscello.it [1]