- iLogo – Agenzia di stampa - http://www.ilogo.it -

Il Medioevo di Montalcino con la “Sagra del Tordo”

MONTALCINO –  Sabato 30 e domenica 31 ottobre si potranno rivivere in questa città della Provincia di Siena  le atmosfere e le magie del Medioevo con la rievocazione storica della “Sagra del Tordo” arrivata alla 53° edizione. Una manifestazione organizzata  dal Comune di Montalcino insieme ai quattro quartieri: Borghetto, Pianello, Ruga e Travaglio. Si tratta di un appuntamento atteso tutto l’anno da parte degli abitanti di questa città della Val d’Orcia famosa in tutto il mondo per il suo vino, e che ha le sue radici in un’antica tradizione del XIV° secolo. Un periodo in cui fiorirono le arti e le tradizioni cortesi tra le quali quella della caccia. I boschi nei dintorni di Montalcino erano infatti ricchi di selvaggina e nel periodo che va da agosto a ottobre, quando più fitto è il passaggio degli uccelli migratori, in particolare del tordo, venivano battuti da cacciatori e falconieri. Le loro prede diventavano pietanze di  banchetti festosi, allestiti durante giostre e tornei ai quali partecipavano sia i nobili che la gente del popolo. Da queste tradizioni  prendono origine sia il “Torneo di Apertura delle Cacce” la prima domenica d’agosto, che la “Sagra del Tordo” che si svolge nell’ultimo fine settimana di ottobre con un programma ricco di appuntamenti nel segno della storia, del folklore e dell’enogastronomia. Il momento più importante è la spettacolare gara con l’arco di domenica pomeriggio dove si sfidano i quattro quartieri cittadini. Da sabato pomeriggio e per tutta la giornata di domenica, sono aperti gli stand gastronomici nell’area davanti alla Fortezza dove è possibile gustare le pietanze ed i prodotti tipici della Val d’Orcia: pappardelle  al cinghiale, pinci al sugo, zuppa di fagioli, carni  alla brace, tutto accompagnato dai famosi vini di Montalcino. Info, tel.0577.849331, www.prolocomontalcino.it